Passatelli asciutti allo scoglio

Home/Home/Passatelli asciutti allo scoglio

Passatelli asciutti allo scoglio

l_941_Passatelli-CUT1I passatelli sono, insieme ai cappelletti, il primo piatto più conosciuto della Romagna. La tradizione li vuole in brodo, ma io personalmente li preferisco asciutti, soprattutto d’estate, quando la temperatura del mio corpo è essa stessa calda come il brodo.

Molto semplici gli ingredienti per la preparazione: pangrattato, parmigiano grattugiato, uova, noce moscata e scorza di limone. Tuttavia è richiesta una grande abilità nella lavorazione dell’impasto che deve avere la giusta consistenza. Doti che di certo non mancavano alle “azdore”Chiamate così in dialetto romagnolo, erano le mogli dell’azdor, il capo famiglia, e rappresentavano le vere “guide” della casa in particolare del focolare e della cucina.

In passato la minestra con i passatelli veniva preparata eslusivamente per le grandi occasioni di festa: Pasqua, innanzitutto, ma anche nascite, battesimi, cresime, matrimoni, perché per realizzarli era necessario usare il pane bianco e il parmigiano, in quell’epoca un vero lusso! E così se normalmente nelle ricette delle case dei ricchi prevaleva nell’impasto il parmigiano, nelle case dei poveri, venivano realizzati per lo più con pane raffermo.

Passatelli04aMa perché si chiamano “passatelli”? Perché si ottengono facendo “passare” l’impasto attraverso un apposito strumento, difficilmente reperibile al di fuori della Romagna, chiamato “e fèr”, il ferro, simile allo schiacciapatate (anche se io utilizzo sempre lo schiacchiapatate a fori larghi), formato da un disco di metallo leggermente bombato del diametro di 15 cm, con fori di circa 4-5 mm e dotato di due manici laterali per schiacciare con forza sull’impasto fino a farlo fuoriuscire dai fori, realizzandone così la tipica forma: grossi e ruvidi spaghettoni.

 

I passatelli “asciutti” possono essere conditi con qualunque sugo, tuttavia la versione che vi voglio presentare oggi è una versione più “regale”. Si tratta infatti del sugo allo scoglio.

Probabilmente tutti sanno di cosa sto parlando. Infatti nel sugo allo scoglio sono concentrati tutti i profumi del Mediteranneo che incanteranno tutti gli ospiti che avranno l’onore di assaggiarli.

Ringrazio la mia amica Michela per la ricetta e devo dire che merita davvero di essere scoperta.

Concludendo, come sempre, Buon Appetito!

Passatelli asciutti allo scoglio

INGREDIENTI: (per 4 persone)

Per i passatelli:

  • 200 g di Parmigiano Reggiano grattugiato
  • 200 g di pangrattato
  • 2 uova
  • noce moscata q.b.

Per il sugo di pesce:

  • 20 gamberi sgusciati
  • 3-4 calamari
  • 4-5 gamberoni
  • 500 gr di vongole
  • 250 g di pomodori pachino
  • 7-8 canocchie
  • 1 ciuffo di prezzomolo tritato
  • 1 bicchiere di vino bianco
  • olio evo q.b.
  • sale q.b.
  • pepe q.b.
  • una manciata di peperoncino piccante (in polvere o fresco)
  • aglio (se lo gradite)

PREPARAZIONE:

Per i passatelli:

  1. Impastate le uova con il Parmigiano Reggiano e una grattatina di noce moscata.
  2. Aggiungete il pangrattato, la farina e continuate a impastare. A seconda che si utilizzi il ferro da passatelli tradizionale o lo schiaccia patate, l’impasto deve avere una consistenza diversa. Con il ferro tradizionale lo dovete tenere leggermente più duro, quindi potete aggiungere un pochino di pangrattato in più.
  3. Lasciate riposare l’impasto per un’ora avvolto nella pellicola trasparente.
  4. Nel frattempo iniziate a preparare il sugo di pesce.

Per il sugo allo scoglio:IMG-20150726-WA0002

  1. Pulite prima di tutto il pesce: tagliate in anelli i calamari, pulite e raschiate le vongole e lasciatele riposare in acqua e sale, lasciate invece i gamberoni e le canocchie interi.
  2. In una padella antiaderente fate imbiondire l’aglio con un cucchiaio di olio extra-vergine di oliva.
  3. Al soffritto aggiungete anche il peperoncino.
  4. Mettete per prima cosa le vongole
  5. Lasciate che si aprano e che formino quello che sarà poi il gustoso fondo di cottura.
  6. Aggiungete anche calamari, gamberoni e canocchie.
  7. Sfumate con il vino e lasciate cuocere il tutto a fuoco molto lento.
  8. Infine aggiungete i pomodorini tagliati a metà, il prezzemolo  tritato e lasciate amalgamare i sapori sempre a fiamma bassa.
  9. Nel frattempo in un tegame con acqua salata lessate la pasta immergendo i passatelli finchè non verranno a galla.
  10. Terminate la cottura saltandoli nella padella per alcuni minuti con il sugo allo scoglio.
  11. Spegnete lasciate legare i sapori per due minuti coprendo con un coperchio e servite in tavola.
  12. BUON APPETITO!

IMG-20150726-WA0000IMG-20150726-WA0001

Share This:

By | 2015-10-11T12:36:21+00:00 luglio 27th, 2015|Home|0 Comments

Scrivi un commento

*