Gnocchi di patate viola con speck e granella di nocciole su letto di squacquerone

Home/Home/La cucina racconta come eravamo/Gnocchi di patate viola con speck e granella di nocciole su letto di squacquerone

Gnocchi di patate viola con speck e granella di nocciole su letto di squacquerone

patate-violaSpecie antica e rara di patata dalla buccia e polpa viola proveniente dal Perù. E’ una patata dalle antiche origini. La vitelotta (dette anche patata nera o patata viola) appartiene alla famiglia delle Solanum, hanno una forma oblunga, grumosa, e sono di dimensioni ridotte.  E’ originaria dell’America meridionale, nel territorio compreso fra il Perù e il Cile.  Sono patate antiche, non  modificate geneticamente.

Sono ricche di antiossidanti, sostanze nutritive che proteggono l’organismo e aiutano a ridurre l’invecchiamento.

Gnocchi di patate viola con speck e granella di nocciole su letto di squacquerone

Ingredienti (per 4 persone):

Per gli gnocchi:

  • 500 g di patate violette
  • 1 uovo
  • sale fino q.b.
  • 150 g di farina 00

Per il condimento:

  • 200 g di speck
  • 200 g di squacquerone dop
  • 50 g di granella di nocciole
  • timo q.b.
  • pepe q.b.

Preparazione:

  1. Iniziate mettendo a cuocere le patate con la buccia in acqua salata per 40/45 minuti.
  2. Trascorso il tempo necessario, scolatele, sbucciatele e passatele nello schiacciapatate.
  3. Aggiungete l’uovo, la farina setacciata e iniziate a impastare con le mani.
  4. Una volta impastato, dividete l’impasto e iniziate a ricavarne dei filoncini che dovrete tagliare a bocconcini per ottenere gli gnocchi.
  5. Tagliate lo speck a listarelle e cuocetelo in padella aggiungendo un po’ di timo.
  6. Aggiungete anche un cucchiaio di squacquerone e spegnete il fuoco.
  7. Mettete a bollire l’acqua salata per la cottura degli gnocchi.
  8. Una volta raggiunta l’ebollizione, aggiungete gli gnocchi.
  9. Non appena verranno a galla, raccoglieteli e metteteli in padella con il resto del condimento.
  10. Lasciate cuocere altri 2 minuti.
  11. Ora è arrivato il momento di comporre il piatto.
  12. Adagiate sul piatto un letto di squacquerone, aggiungete gli gnocchi e completate il tutto con una manciata di granella di nocciole.
  13. E, come sempre, BUON APPETITO!

Share This:

By | 2016-02-28T15:32:30+00:00 febbraio 28th, 2016|La cucina racconta come eravamo|0 Comments

Scrivi un commento

*