Cucina e Tecnologia

Home/Home/Nerd Corner/Cucina e Tecnologia

Cucina e Tecnologia

La tecnologia ha rivoluzionato il modo di cucinare degli italiani. Internet, infatti, è sempre più un alleato in cucina, dalla scelta degli ingredienti alla preparazione dei cibi.

Secondo una ricerca Google-Tns  il 70% degli italiani cerca sul web promozioni e sconti prima di acquistare un prodotto, il 53% consulta i siti di marca per informarsi e uno su quattro usa lo smartphone nel punto vendita per decidere cosa comprare. Cresce anche il ruolo dell’e-commerce: il 30% degli intervistati ha acquistato sul web almeno un prodotto alimentare negli ultimi 6 mesi. Ma il web sta diventando soprattutto una fondamentale risorsa di ispirazione preziosa sui piatti da preparare.

L’indagine rivela, infatti, che il 61% degli italiani cerca le ricette principalmente attraverso i dispositivi mobili. L’88% utilizza i motori di ricerca, l’81% consulta siti di ricette, il 72% si affida a blog e forum dedicati alla cucina.

Mentre fino a pochi anni fa ci si affidava a quaderni passati di mano in mano dalle nonne e dalle mamme, ora addirittura ci si affida a Internet anche per cercare spunti per le occasioni speciali. Ad esempio, in occasione del Natale, il 70% degli intervistati dichiara che utilizzerà il web come fonte di ispirazione per preparare il cenone della vigilia o il pranzo del 25 dicembre, il 53% per trovare l’idea giusta da regalare, ovvero un prodotto alimentare tipico o un attrezzo da cucina originale. Anche il Made in Italy riscuote grande interesse, tanto che il 65% degli intervistati vorrebbe fossero disponibili online molte più specialità, come l’olio cercato sul web dal 72% degli italiani, il formaggio dal 68%, i salumi dal 63% e le specialità regionali dal 62%, sulle quali il 49% gradirebbe trovare maggiori informazioni online.

Quante volte abbiamo pensato che cucinare un piatto tipico senza “l’aiuto da casa”, la classica telefonata alla mamma, sarebbe stato impossibile? Ma anche “quella ricetta non la ricorderò mai”. “Ho il frigo quasi vuoto, cosa potrò cucinare con questi pochi ingredienti?”

Tante oggi le App che con le ricette più svariate, ma anche focalizzate su una determinata tipologia di cucina, ci migliorano la vita. Partendo dalla classica lista di ricette, per arrivare alla composizione di menu completi per una cena a tema.

IBM-WatsonMa la tecnologia non si ferma qui. Nelle cucine del futuro arriveranno anche i ricettari inventati da un computer e stampanti 3D multiuso. Da pochi giorni si può acquistare il libro di ricette inventate dal super-computer Watson, il primo ricettario frutto di un algoritmo: lo ha scritto Watson, il super computer di IBM, insieme all’Institute of Culinary Education. Decine di ricette sono state co-inventate dall’algoritmo del super-computer che ha suggerito combinazioni di ingredienti inconsuete anche per gli chef più estrosi.

Cerchiamo di capire di cosa si tratta quando si parla di stampanti 3D in ambito culinario. Si chiama Foodini, idea della start-up spagnola Natural Machines, nome tenero per esprimere tutta la consolazione che un oggetto del genere può fornire. Funziona così: si mettono gli ingredienti della ricetta, preparati a parte, all’interno di apposite capsule di acciaio, dopodiché la macchina procede alla “stampa” del cibo assemblandolo strato dopo strato. Le ricette vengono selezionate e impostate sul display dell’apparecchio oppure attraverso un tablet o uno smartphone.1430073637_3d-eda

Foodini è disponibile dall’inizio del 2015 in serie limitata (ma ancora non è chiaro come poterla acquistare)  mentre nella seconda metà dell’anno prenderà il via la produzione su larga scala, almeno sperimo. Il costo dovrebbe essere di 1000 euro: neanche uno sproposito, paragonati al prezzo degli elettrodomestici da cucina di alto livello e delle stampanti 3D.

Un portavoce della società che produce la stampante spiega: ”Foodini è in grado di progettare il cibo in forme diverse, fare una quiche a forma di un dinosauro, creare immagini con le salse che i bambini possono riempire con verdure, o scrivere messaggi sul pane tostato per la colazione”.

La domanda rimasta è una sola: chi vincerà il primo Masterchef per Foodini?

foodini_masterchef

 

Share This:

By | 2015-05-31T20:46:59+00:00 maggio 11th, 2015|Nerd Corner|0 Comments

Scrivi un commento

*